Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Il recente boom del Car sharing ha spinto molti utenti a scriverci per saperecome funziona e quali sono gli effettivi costi e i relativi benefici.
Com'è noto, si tratta di un sistema di trasporto innovativo che consiste nell'utilizzare auto in condivisione, sempre a disposizione 24 ore su 24, a tariffe privilegiate, senza costi di manutenzione, assicurazione e rifornimento: in parole povere, si compra l'uso effettivo del mezzo anziché il mezzo stesso. E un'auto che nell'arco della giornata viene utilizzata da più persone, in momenti diversi, significa meno traffico, meno smog, meno sosta selvaggia: si calcola, infatti, che un veicolo in Car sharing tolga dalla strada fino a 10 vetture normali!
L'iniziativa, già attiva in varie città italiane, la maggior parte delle quali concentrate nel nord Italia, è in continua espansione. Purtroppo recentemente il Ministero dell'Ambiente ha sospeso il bonus che incentivava a rottamare la propria vecchia auto inquinante e passare al sistema Car sharing. Ma non è detto che in futuro possa riservarne di nuovi.
Nelle pagine seguenti trovate tutti i dettagli sul sistema del Car sharing in Italia.È la prima domanda che si pongono coloro che non conoscono bene questoservizio: quanto costa il Car sharing? Com'è facilmente intuibile ci sonocosti fissi e spese di utilizzo. Ma andiamo per gradi.
Innanzitutto il Car sharing è per il momento attivo soltanto a Bologna, Firenze, Genova, Milano, Modena, Palermo, Parma, Rimini, Roma, Torino e Venezia. Per accedere al servizio è sufficiente iscriversi online oppure presso gli uffici preposti in ognuna di queste città. Fatto ciò, l'utente abbonato al Car sharing può prenotare e prelevare a suo piacimento, in qualsiasi momento del giorno e della notte, il veicolo richiesto dall'area di parcheggio più vicina. La flotta di auto a disposizione può variare da città a città.
Ora, quanto costa abbonarsi al servizio di Car sharing? Come già accennato, il costo totale per l'utente è composto da una spesa fissa ed una variabile legata all'utilizzo della vettura.
I costi fissi includono una quota di ingresso una tantum non rimborsabile, una cauzione rimborsabile e una quota di abbonamento annuale o mensile. Quelli variabili, invece, dipendono da vari fattori legati al tipo di veicolo e alla fascia oraria di utilizzo, ed includono una quota chilometrica e una quota oraria.
Andando a quantizzare le tariffe, notiamo come esse varino a seconda della città in cui viene erogato il servizio di Car sharing, senza però far registrare troppi sbalzi. A Milano, per esempio, l'abbonamento Standard Family annuale costa 110 euro + 30 euro di tessera aggiuntiva, mentre il deposito cauzionale è di 150 euro; l'utilizzo di una vettura media come una Fiat Grande Punto costa 2.40 euro all'ora dalle 7 alle 22 e 1.00 euro dalle 22 alle 7, 0.55 euro ogni km fino a 100 km percorsi, poi 0.45 euro a km dal 101° al 300° km percorso e 0.35 dopo il 301°. Quindi, chi utilizza un'auto media intorno alle ore 11 per due ore percorrendo circa 40 km, pagherà 26.80 euro.
Nelle altre città i prezzi sono più o meno simili, nell'ordine di 10 euro in più o in meno per i costi fissi e di una manciata di centesimi per quelli variabili.
Le tariffe sono comprensive di assicurazione Rca, furto e incendio e kasko, manutenzione ordinaria e straordinaria, soccorso stradale, carburante. Sono esclusi i pedaggi autostradali ed eventuali multe.
Sono previste tariffe scontate per soci Legambiente e per turisti, oltre a diverse tipologie di abbonamento in caso di utilizzo commerciale delle vetture.
Nella pagina seguente illustreremo tutti i vantaggi del Car sharing. Troverete anche i link dei gestori che hanno attivato il servizio per ottenere ulteriori informazioni su costi, parcheggi e parco auto, ed iscriversi online.
Vantaggi del Car sharing
Una maggior diffusione del Car sharing porterebbe tanti benefici e vantaggi, sia a livello economico che ambientale. Prima di elencarli dobbiamo fare una piccola premessa: il Car sharing è un servizio che, per le sue caratteristiche illustrate nelle pagine precedenti, si rivolge soprattutto a un determinato tipo di clientela che non utilizza l'auto tutti i giorni, o che necessita di auto diverse a seconda dell'occasione.
Vantaggi del Car Sharing: se dieci automobilisti utilizzano la stessa auto invece che utilizzarne dieci diverse, automaticamente si riducono sia l'impatto ambientale della circolazione che i costi come quelli relativi a carburante,assicurazione, lavaggio, manutenzione e tutto il resto. Di conseguenza diminuisce sensibilmente il traffico e, allo stesso tempo, aumenta il numero dei parcheggi.
Il servizio è attivo 24 ore su 24, per cui in qualsiasi momento del giorno e della notte, anche in caso di imprevisti ed emergenze, un'auto risulta sempre a disposizione. Il cliente può scegliere una vasta gamma di vetture, dall'utilitaria al monovolume, veicoli commerciali compresi. La prenotazione va fatta tramite internet oppure col call center, almeno un'ora prima dell'uso. Nessun'altra spesa, oltre quella del costo del servizio, va addebitata al cliente: assicurazione, assistenza 24/24 e benzina sono compresi nel prezzo.
I fruitori del Car sharing, inoltre, hanno sempre libero accesso alle Ztl e alle corsie preferenziali, non pagano nelle zone Blu e godono di parcheggi esclusivi. Ci sembrano motivi più che sufficienti per pensare di passare finalmente al Car sharing!  
  
da: Tuttogratis.it
Tag(s) : #Notizie dal web

Condividi post

Repost 0